QUAL È LA LOCATION PERFETTA PER IL TUO ABITO?

immagine coperina1

Il vestito da sposa è un capo che non conosce età, supera i confini geografici ed è capace di addolcire anche la ragazza più disincantata. Non esiste donna al mondo che non abbia fantasticato almeno una volta sul proprio abito da sposa contornato da una location meravigliosa.

Simbolo di un impegno solenne, l’abito da sposa ti offre la grande occasione di esprimere al meglio la tua personalità, che nel quotidiano non sempre viene fuori.

Tutti ti dicono che quando indossi l’abito giusto “lo senti tuo” e ti accorgi che sei nella direzione giusta, ma la realtà è un’altra. È vero puoi avere un colpo di fulmine e innamorarti di un abito a prima vista, ma il più delle volte la situazione è più complicata di come può sembrare o di come ti vogliono far credere.

Ecco perché ha senso essere ben informate e ben preparate, prendendo tempo per pianificare e organizzare in modo da rendere facile il compito.
E’ un investimento importante e bisogna sapere cosa ci aspetta.

BANNER LIBRO

Per giungere alla scelta del tuo abito, dovrai infatti riflettere per tirare fuori il significato che quell’abito deve racchiudere nel tuo giorno più bello.

– Quale significato ha per te questo giorno?

– Quando sarà, dove ti troverai e con chi?

– Come ti percepisci come sposa?

– Cosa vuoi trasmettere?

– Qual è l’abito, dal tuo punto di vista, ideale a questo scopo?

– Ritieni si adatti alle tue forme e al tuo stile? Se no cosa gli manca?

– In cosa puoi modificarlo per raggiungere il risultato che desideri?

Capirai che più che andare alla ricerca dell’abito perfetto, dovrai trovare quello giusto per te.

Rispondendo alle domande ti renderai conto che l’abito avrà iniziato a prendere una forma che potrà dare il via alla tua ricerca o alla sua creazione grazie all’aiuto di una stilista o di un atelier.

Ti capisco, magari in questo momento sei un po’ confusa e il solo pensiero di riuscire a dare una risposta dettagliata a ogni quesito, ti fa venire “l’ansia da prestazione”.

Non è semplice infatti scegliere tra i vari modelli che gli ateliers propongono, per questo voglio aiutarti a riflettere su tutti i fattori che dovrai tenere in considerazione per giungere alla tua scelta finale.

È importante individuare il modello più appropriato in base alle tue caratteristiche fisiche quindi, purtroppo, non potrai seguire esclusivamente i tuoi gusti personali o le mode del momento.

Con questo non voglio dirti che dovrai prendere un abito che non ti piace, ma semplicemente di vagliare con attenzione i consigli di chi è esperto di questo settore.

Un altro fattore che devi tenere in considerazione per la scelta dell’abito è il leitmotiv del tuo matrimonio, ovvero il tema che hai deciso di seguire come linea guida per l’allestimento e l’organizzazione dell’intera cerimonia.

Oggi voglio parlarti di quanto la scelta della location sia strettamente correlata alla scelta del tuo abito da sposa.

Gli scenari che si adattano ad un matrimonio possono essere svariati: in città, in una dimora storica, in campagna, in una corte rustica, in collina, in un romantico castello, in una località di mare o magari in una villa d’epoca sul lago.

Scegliere la location più adatta per il matrimonio è una delle decisione più complesse che spetta ai futuri sposi. I fattori da tenere in considerazione sono tanti: lo stile, il budget, gli allestimenti, il catering, la musica… E, a meno che non siate degli esperti nell’organizzazione di eventi, tutto questo potrebbe creare qualche difficoltà. È bene quindi essere informati e preparati per capire passo a passo come scegliere la location perfetta per il vostro matrimonio.

location

1. Lo stile della location

Semplice e tradizionale, esclusivo oppure rustico? La prima “scrematura” si fa sulla base delle caratteristiche fisiche della location. Le più richieste sono le ville, ma negli ultimi anni la moda del country chic ha fatto impennare le richieste di cascine e casali, perfetti come cornice per un matrimonio in stile vintage. Lo stile del tuo abito dovrà infatti adattarsi perfettamente allo stile della location scelta. Ti immagini vestita con un abito principesco, magari con un ampio strascico, sandalo gioiello tacco 13 e un lungo velo in pizzo tutto ricamato, per una cerimonia in riva al mare su una splendida spiaggia bianca? Capisci che la scelta del luogo in cui si svolgeranno sia la cerimonia che il ricevimento sono assolutamente fondamentali, in primis per una questione di stile (l’occhio vuole pur sempre la sua parte!), ma anche per una questione di praticità nei tuoi movimenti in conformità al luogo.

2. Il numero degli invitati per il matrimonio

Se state progettando un ricevimento con centinaia di invitati, dovrete tenerlo presente al momento della scelta della struttura. In questo caso bisogna valutare delle sale ricevimenti, create appositamente per ospitare eventi con molti invitati. Se invece il vostro è un matrimonio più intimo con numeri più ridotti, si può optare per una villa o una proprietà privata, locations esclusive per un matrimonio personalizzato e costruito su misura.

3. Il sopralluogo nella location

Talvolta, tra i futuri sposi e la location visitata scatta un vero e proprio colpo di fulmine. L’eccessivo entusiasmo, però, non dovrebbe mai compromettere la lucidità e la capacità di valutare alcuni dettagli “pratici” fondamentali. Prima di tutto bisogna considerare l’esclusività. Le location che ospitano tre ricevimenti nello stesso giorno andrebbero evitate. Chiedete di vedere tutti gli spazi, verificando che siano idonei al numero di invitati e chiedendo se esistono zone a cui non è consentito l’accesso. Controllate sempre anche i servizi igienici, e chiedete chi si occuperà della loro gestione e pulizia durante il ricevimento. Informatevi se la location ha un catering interno o esterno, e fate molta attenzione al numero di ospiti. Ricordatevi, prima di firmare il contratto, di verificare bene i vincoli orari (ad esempio, fino a che ora si può fare musica) ed eventuali costi supplementari. Valutate con attenzione anche la disposizione degli spazi e gli eventuali spostamenti, la presenza di parcheggi adeguati e preparate “piano B” in caso di maltempo.

4. Il budget per il matrimonio

Gli errori di valutazione sotto il profilo economico sono tra i più diffusi quando si tratta di scegliere la location. Fissatevi prima un budget e valutate tutte le spese e gli extra per cercare il più possibile di rispettarlo. Altro errore tipico è quello di sottovalutare la logistica, ad esempio scegliendo una location in grado di ospitare in sala 100 persone ma poi provvista di un solo bagno.

5. L’orario del ricevimento

L’orario del ricevimento influisce in maniera determinante sulla scelta della location. Ad esempio una cantina buia ha il suo fascino di sera, ma per un pranzo non è certo apprezzabile. Anche per quanto riguarda lo stile della festa, i matrimoni diurni sono ideali per una festa più tranquilla e formale oppure se si hanno molti bambini come ospiti. Se invece si è giovani e si desidera fare più un party con gli amici l’ideale è un ricevimento serale, perfetto per allestimenti scenografici con fuochi d’artificio, lanterne luminose o semplici candele e per evitare che faccia troppo caldo.

6. L’aiuto del wedding planner

Quando è il caso di delegare la scelta della location ad una terza persona, esterna alle famiglie? Sicuramente tutti i motivi sopra citati sono un ottimo indicatore per cercare un professionista che eviti di far fare delle scelte sbagliate agli sposi. In particolar modo se non conoscete bene la zona in cui intendete sposarvi è fortemente necessario l’aiuto di una persona di fiducia che curerà ogni dettaglio del grande giorno, lasciandovi così tranquilli e spensierati nel godervi la vostra giornata.

7. La scaletta del matrimonio

In tempi di matrimoni low cost e cerimonie meno formali, anche la scansione delle fasi del ricevimento sta cambiando volto. L’aperitivo sta diventando il 60-70 % dell’evento; il suo fascino minimal e discreto, unito al sapore street food oggi tanto amato, ha il doppio vantaggio di contenere il budget ed essere alla moda. Le ultime tendenze sono quelle di fare i ricevimenti all’aperto, informali come picnic ma curati nei minimi dettagli, e i “wedding week-end” che permettono di sposarsi in una splendida cornice come il mare e passare al tempo stesso una mini vacanza con amici e parenti.

8. Gli allestimenti per il ricevimento

Perché il ricevimento di nozze sia davvero perfetto, nulla deve essere lasciato al caso.

Abbinare lo stile della location al layout delle nozze è fondamentale per ottenere un effetto più armonioso. Decorazioni, tableau de mariage e bomboniere devono dunque abbinarsi allo stile del luogo. Le nuove tendenze sono sempre più rivolte ad uno stile boho-chic, con particolari hand made e materiali di riciclo. Lo stile è quello delle cose semplici e romantiche, con un tocco di ispirazione bohémienne informale e country ed un pizzico di chic.

9. Il catering

Provare e riprovare, la prova “del palato” è la migliore per avere la garanzia che chef e direttore siano le stesse persone che sono intervenute nella prova menù. Le materie prime di qualità, il servizio impeccabile, la possibilità di scelta della mise en place e una certa flessibilità nelle proposte, sono fattori indispensabili per la buona riuscita del servizio. Se doveste incontrare catering troppo allettanti e che promettono la luna, diffidate perché per offrire certi prezzi saranno costretti a risparmiare necessariamente da qualche parte.

10. La musica

Il sottofondo musicale è l’ultimo aspetto, ma non meno essenziale, da valutare per completare l’atmosfera della festa. La scelta più comune è quella del dj o cantante perché è versatile e in grado di adattarsi a tutte le fasi del ricevimento, dall’aperitivo al taglio della torta. Questa scelta è quella che più si adatta anche nel caso di ospiti particolarmente esuberanti, che amano ballare, cantare con il karaoke e magari scatenarsi in balli di gruppo. Una scelta più originale, ma anche più ricercata e costosa, è quella invece che vede protagonisti dell’intrattenimento musicale un trio jazz o un complessino blues. In questo caso siamo di fronte ad una vera e propria orchestra che chiaramente proporrà un proprio repertorio in linea con il genere musicale scelto.

Definita la location non ti resta che procedere immediatamente alla ricerca del tuo abito!

P.S: Se ti interessa vivere un’esperienza unica per la scelta del tuo abito, ricevere i veri consigli per rendere il tuo look originale e superare tutti i tuoi dubbi per non commettere errori in questa scelta così importante per te, continua a seguire il blog di Primizia!

BANNER LIBRO

Ah… stavo per dimenticare la cosa più importante… se vuoi distinguerti da tutte le altre, prendi un appuntamento da Primizia, l’unico atelier che sa veramente mettere la sposa al centro di tutto e ti darà un servizio esclusivo e su misura delle tue esigenze.

Ti aspetto dal martedì al sabato su appuntamento, non perdere altro tempo prenota subito!

PPS: Se questo articolo ti ha aiutata, ti ha dato delle rivelazioni importanti o degli spunti che reputi utili, fammelo sapere nei commenti qui sotto.

Alla prossima.

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

matrimonio.com
libro

Il Diario di Primizia